Sensori a basso costo
Connettività
Piattaforme cloud
Risorse di calcolo e storage

IL CONTESTO

L’ internet delle cose è una tecnologia che sta registrando velocità di adozione molto elevate, a seguito di un insieme di circostanze: esplosione di sensori a basso costo, connettività a prezzi contenuti, nuove piattaforme cloud molto scalabili, disponibilità di risorse di calcolo e di storage, diffusissime app mobile e tecnologie di machine learning.

In questo contesto l’ Industrial Internet of Things (IIoT) è diventata un termine comunemente adottato nelle discussioni sulla ridefinizione dei processi di gestione e sviluppo delle aziende.

Una delle più diffuse applicazioni dell’IIoT riguarda la gestione degli asset fisici e la manutenzione predittiva. Tra i segmenti più interessati segnaliamo le aziende manifatturiere, la logistica integrata, le Utilities e gli operatori Oil &Gas, i costruttori di macchine utensili.

IOT E SMART ASSET MANAGEMENT

smart_asset1

 

L’introduzione dell’ IoT nei processi di gestione modifica in modo rilevante la prospettiva.

Le soluzioni disponibili sino a ieri (tra cui RFID, i sistemi Scada, EAM,…) erano caratterizzate dall’essere molto specialistiche, verticali , contenute in processi slegati tra loro e rivolte a utenti diversi.

Disporre di una soluzione di Asset Management che sfrutta IoT significa collocare in un unico Sistema , integrato e digitale, le risorse , i processi, le soluzioni, le persone e gli asset.

Significa in altre parole localizzare l’asset, monitorarne le condizioni, gestirne il ciclo di vita, controllare i processi; ma anche aggiungere intelligenza ai flussi di lavoro automatizzati, avere allarmi in tempo reale, estrarre insight dai dati, eseguire la manutenzione condizionale al verificarsi di determinati eventi e programmare la manutenzione predittiva. Non meno importante è la possibilità di condurre analisi attraverso aree funzionali oggi separate.

 

 

Tra i principali vantaggi operativi vi sono la riduzione dei costi e dei tempi di manutenzione, la gestione del sottoutilizzo, la limitazione del decadimento delle prestazioni, il minor fabbisogno di risorse umane a parità di numero di asset gestiti.

Lo stesso si può affermare per quanto concerne i vantaggi di carattere strategico grazie a più strutturate e informate decisioni di business: con gli insight ottenibili dall’analisi dei dati provenienti da una moltitudine di sensori e device diventa possibile attuare una gestione integrata e di medio periodo di tutti gli asset, arricchire la proposta aggiungendo sempre nuovi servizi nei prodotti o modificare un modello di business.

smart_asset2